Login

Bronzo nazionale per Giulia Munerato e Giorgia Taddei a San Miniato
Agonismo - Canoa Giovani
Domenica 21 Maggio 2017 19:12

Gruppo Canoe Polesine Rovigo ancora impegnato durante il week-end del 20 e 21 maggio ‘17 per il primo appuntamento nazionale di canoa rivolto ai giovanissimi dagli 8 ai 14 anni svoltosi sul bacino di Roffia a San Miniato (PI) con l’organizzazione dell’omonimo canoa club. Come oramai consetuedine, da diversi anni a questa parte la canoa giovsanile italiana dimostra di essere una florida realtà con una partecipazione grandissima di giovani (oltre 700) da numerose società italiane che si sono riversati sulle acque del bacino da tutta la penisola.  La squadra dei giovani polesani, nonostante fosse composta prevalentemente da giovanissimi alle prime esperienze di gara, non ha mancato di offrire medaglie importanti e forti emozioni anche nelle competizioni in cui la medaglia nazionale non è arrivata.

Dal settore femminile sono arrivate le medaglie più significative, dove tra le cadette B (nate nel 2003)  Giulia Munerato bissa un bronzo nazionale dapprima nel singolo sui 200mt e poi in coppia con Giorgia Taddei sulla stessa distanza.  Nella distanza del fondo la coppia Giulia e Giorgia ha sfiorato il podio alle spalle delle ragazze della Leonida Bissolati di Cremona, San Giorgio di Nogaro e Nautico Oristano in prima posizione.  Essendo l’equipaggio composto da Giulia e Giorgia il primo equipaggio tra le Venete, il risultato lascia comunque ben sperare per una possibile convocazione delle due polesane in rappresentanza della squadra Veneta per la finale nazionale e Meeting delle regioni che, come di consueto sarà organizzata in Trentino a Caldonazzo la prima domenica di settembre.  Sofia Bergo, tra le allieve A (nate 2007 e 2008) partecipa nella gara del K420 sui 200mt dove chiude in quinta posizione.

Nell’ambito delle gare maschili molto promettenti le prestazioni di Pietro Maran tra i cadetti A (nati 2004) sia sui 200mt che sui 2000mt dove ha collezionato 3 settime posizione le prime sue nel singolo e la terza nel doppio con Nicola Albertin.    Anche Pietro, nonostante non abbia raggiunto la medaglia, per i tempi e le posizioni in classifica registrate, ha dato comunque prova di essere tra i primi atleti del Veneto, e potrebbe pertanto ambire a rientrare nella rosa degli atleti convocati per il meeting delle regioni a Caldonazzo. Il compagno Nicola nelle gare individuali è giunto al traguardo rispettivamente 13° e 9° rispettivamente sui 2000 e 200mt.  Sempre tra i cadetti A maschile anche Giovanni Marchetto ha chiuso la sua fatica rispettivamente in nona ed undicesima posizione sui 200 e 2000mt.

Infine i giovanissimi Gabriele Biasioli e Edoardo Albertin hanno gareggiato tra gli allievi A nella specialità del K2 520 posizionandosi in sesta posizione.

Già il prossimo fine settimana 27 e 28 maggio Polesani ancora impegnati, questa volta sia grandi che piccoli, per le gare regionali a Caldonazzo (TN) dove si svolgerenno i campionati sulle distanze dei 500 e 1000mt con annesse gare sui 2000 e 200mt per le categorie giovanili.  

 
Luci e ombre a Trieste
Agonismo - Canoa Polo
Martedì 16 Maggio 2017 11:13
13 – 14 maggio, Trieste. Trasferta non convincente per il Gruppo Canoe Polesine Under21 che dal canale del Ponterosso porta a casa solo 5 punti su 15 disponibili. Nella giornata di sabato si parte subito con una sconfitta inaspettata contro la Canoa Carso. Il primo tempo si chiude infatti con un 2 a 0 in favore dei polesani che violano la rete avversaria a termine di ottime azioni di squadra. Nel secondo tempo un incredibile black out permette ai friulani un parziale di 5 a 0 dal quale i nostri faticano a riprendersi. La lezione sembra essere appresa e contro l’Idroscalo Club Milano, il GCP mette anima e corpo su ogni pallone e raggiunge più volte i milanesi nel risultato. A pochi secondi dalla fine Gabrieli manca di un soffio il gol della vittoria e la partita si chiude sul 7 a 7. Il morale si alza di nuovo e il GCP può affrontare ancora più carico il derby polesano contro il Canoe Rovigo. Il match è sempre tirato e pur non giocando al meglio il GCP vince 4 a 0, conquistando altri tre punti. Domenica il Gruppo Canoe Polesine perde un giocatore fondamentale, Riccardo Barison, che per motivi personali è dovuto tornare a casa e la mattina si apre con un’altra sconfitta contro la Canottieri Mutina per 5 a 2. Emergono in questa partita tutti i limiti dell’attacco polesano, sempre troppo schiacciato alla difesa avversaria ed eccessivamente esposto ai contropiedi dei modenesi. Il GCP non riesce quindi ad essere efficace e a trovare i giusti spazi per le manovre offensive. Gli stessi limiti si riscontrano anche nell’ultima partita del week end contro il Canoa Club Bologna, dove i nostri riescono a contenere parzialmente i bolognesi ma ancora non riescono ad impostare correttamente le azioni in attacco. Il match si chiude con un pareggio per 3 a 3. L’assenza di Barison ha pesato notevolmente nel bilancio della giornata, ma soprattutto è mancato un certo livello di gioco da parte degli atleti under 18 presenti, che non si sono ancora dimostrati all’altezza di un campionato di questo tipo.

Menzione particolare per Davide Pezzuolo, allenatore del GCP, che ha preso parte alla sesta edizione del Trofeo Ponterosso con la squadra Carso Mix, raggiungendo la finale contro gli ungheresi del Vidra. Partita combattuta e sempre sul filo, decisa al golden gol da Miklòs Timar, riportando così il trofeo in Ungheria, dopo essere stato nelle mani del Gruppo Canoe Polesine nel 2016.

Prossimo appuntamento con la canoa polo a Campogalliano (Modena) per la seconda giornata di serie A1 Nord il 27 e 28 maggio.

 
Campionato italiano di canoa maratona a Ledro: 8 piazza per il K2 polesano
Agonismo - Velocità e maratona
Domenica 14 Maggio 2017 17:10

 

Sabato 13 e domenica 14 maggio 2017 a Molina di Ledro sulle acque cristalline dell’omonimo lago alpino in provincia di Trento, si sono svolte le gare di maratona classica organizzate perfettamente dal locale canoa club.  Diverse le distanze in funzione della categoria di appartenenza che ha visto ben 285 atleti in rappresentanza di 58 sodalizi da tutta Italia contendersi i titoli italiani di specialità per l’anno 2017. Il percorso è stato organizzato su di un anello di 3750 mt che includeva uno spettacolare trasbordo di circa 70 – 75 metri (ossia un tratto di percorso che i vogatori devono percorrere di corsa con la canoa in spalla).  Per il Gruppo Canoe Polesine Rovigo ASD si sono fatti onore tra i migliori pagaiatori italiani Paolo Imparato e Matteo Girardi che hanno gareggiato nel K2 categoria ragazzi sulla distanza di circa 11 km (3 giri con 2 trasbordi).
Alla partenza erano schierati circa venti equipaggi ed i polesani sono partiti bene mettendosi a ridosso del gruppo di testa composta dagli equipaggi del Canoa Club Livorno, Canottieri Omegna, Canottieri Lecco e comunali Firenze.  Al primo trasbordo, al termine dei primi 4 km di gara, i polesani si trovavano in ottava posizione, che hanno poi mantenuto sino al traguardo senza riuscire a recuperare sul gruppo di testa che ha ingaggiato per tutta la gara continui cambi scia imprimendo un ritmo durissimo a tutti coloro che tentavano di risalire l’onda degli equipaggi in testa alla gara.  Per la cronaca il titolo italiano di specialità è stato vinto dall’equipaggio del Canoa Club Livorno con Nicolò Neri e Tommaso Tremolanti.
Per i Polesani sicuramente un’utile esperienza che potrà rafforzare la motivazione dei ragazzi per continuare ad allontanarsi con profitto in vista dei prossimi impegni stagionali.

 

 
Inizia il campionato Under 21
Agonismo - Canoa Polo
Giovedì 11 Maggio 2017 21:26
Il Gruppo Canoe Polesine inizia l’avventura under 21, con la prima tappa di campionato di categoria, in programma a Trieste sabato e domenica 13 e 14 maggio. Nello splendido Canale del Ponterosso, i polesani si scontreranno con Canoa Carso, Idroscalo Club, Canoe Rovigo, Canottieri Mutina e Canoa Club Bologna. Cinque sfide interessanti per accaparrarsi più punti possibili in ottica play off. Il grado di imprevedibilità degli atleti U21 è davvero molto alto e ogni partita fa storia a sé. Siamo abituati a vedere grandi campioni di ogni club fare errori clamorosi e squadre fanalino di coda sfoggiare prestazioni esaltanti, quindi veramente non c’è nulla di certo. Sarà importante giocare di squadra, tenere alto il morale del gruppo e imparare in fretta da ogni errore commesso. La formazione del GCP è composta da i più esperti Roberto Gabrieli, Marco Ferrari (ultimo anno di U21 per loro), i velocissimi Andrea Falconer e Riccardo Barison e le nuove leve Enrico Nonnato, Leo Previati, Pietro Biscaro e Alessandro Panin. Un’ottima occasione per quest’ultimi per fare più esperienza possibile, imparare ad impostare il gioco e migliorare tecnicamente e tatticamente. A guidarli, oltre al capitano Gabrieli, ci sarà l’allenatore Davide Pezzuolo che per l’occasione parteciperà con una squadra mista, all’evento collaterale Trofeo Ponterosso, giunto alla sua sesta edizione. In bocca al lupo ragazzi!
 
L'amore per l'ambiente passa anche dal riciclo
Promozione - Turismo
Martedì 09 Maggio 2017 02:59

Con la collaborazione e supporto del Gruppo Canoe Polesine di Rovigo, lo scorso venerdì 21 aprile, presso il porticciolo di Rovigo, si è realizzata una curiosa iniziativa che ha visto protagoniste, un simpatico gruppo di ragazze,  la squadriglia dei procioni dell’AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) Gruppo Rovigo 1.  Le ragazze, utilizzando materiale da riciclare (bottiglie di plastica), hanno realizzato e varato una zattera perfettamente galleggiante.  L’ideazione e la successiva costruzione è stata una sfida pari alla difficoltà di manovra una volta varata in acqua ma le ragazze hanno dimostrato grande spirito di iniziativa e capacità di gestione dei problemi riuscendo perfettamente nei loro intenti.

La caposquadriglia del gruppo, Giulia Moretto commenta così: “La nostra era un’imbarcazione particolare realizzata apposta per la nostra prima impresa, costituita interamente da bottiglie di plastica! Per farla abbiamo impiegato molto impegno, fatica e... abbiamo bevuto veramente tanto! Infatti, avevamo bisogno di ben 600 bottiglie di plastica!  Cosi, dopo circa un mese dall’ideazione, ci siamo trovate a pagaiare sul Canal Bianco a bordo della nostra imbarcazione! Siamo state veramente contente e soddisfatte del nostro lavoro e della pagaiata…”

La squadriglia Procioni del gruppo scout Rovigo 1: Giulia Moretto, Anna Lugarini, Chiara Gasparetto, Alice Barison, Irene Fama, Sofia De Agostini, Emma Libanore

 
Il Liceo Scientifico prova la canoa polo!
Eventi - Promozione
Martedì 09 Maggio 2017 22:56

La seconda B del Liceo Scientifico P. Paleocapa di Rovigo ha partecipato ad un corso di due lezioni intensive di canoa polo organizzato dal Gruppo Canoe Polesine con la preziosa collaborazione della professoressa di educazione fisica Pia Poliero, presso il polo natatorio Baldetti. Gli intrepidi ragazzi del liceo hanno sfidato le temperature non ancora estive di questo variabile maggio per conoscere gli aspetti più accattivanti di questo particolare sport, sotto gli occhi esperti degli allenatori del GCP. Pagaiate, contatti, eskimo e tiri in porta hanno emozionato gli studenti, che non si sono fatti intimorire nemmeno da qualche goccia di pioggia. Per prima cosa è stata illustrata l’attrezzatura e l’abbigliamento: canoa, pagaia, paraspruzzi, salvagente, caschetto e naturalmente, il pallone.  Poi i ragazzi hanno provato a muoversi in canoa pagaiando solo con le mani, per prendere confidenza con la canoa e con l’acqua, successivamente hanno perfezionato la tecnica di pagaiata in avanti, all’indietro, di pagaiata larga e di avanzamento col pallone. Hanno inoltre eseguito tiri in porta e esercizi che prevedevano il contatto ed il contrasto tra una canoa e l’altra. Alla fine, immancabile partitella. È stata data speciale importanza all’eskimo, la particolare manovra che permette ad un giocatore rovesciato di riemergere dall’acqua senza uscire dalla canoa e di riacquistare la corretta posizione di gioco. Ciò è possibile con le mani, con la pagaia e addirittura con la palla in mano. Può sembrare difficile, ma c’è chi ce la fatta alla prima lezione!

Esperienza dunque positiva e formativa da ripetere il prossimo anno e divertimento assicurato per i ragazzi che hanno scoperto questo nuovo sport di squadra e che potranno (perché no?!) continuare a praticarlo con il Gruppo Canoe Polesine.

 
Prove nazionali selettive di Mantova: Taddei in finale, Lentini d’oro nella paracanoa
Agonismo - Velocità e maratona
Sabato 06 Maggio 2017 18:42

Nel fine settimana del 6 e 7 maggio, il Lago Inferiore di Mantova è stato nuovamente palcoscenico, di un grande evento della canoa nazionale italiana su acqua piatta con circa 50 società presenti per un totale di 408 atleti e 1083 atleti/gara, compresi gli atleti della paracanoa.  Le prove sulle distanze olimpiche dei 200, 500 e 1000mt per le categorie Ragazzi, Junior e Senior, hanno visto i migliori pagaiatori italiani contendersi i posti per le finali nelle specialità del singolo maschile e femminile che sono servite per la costituzione della “ranking list” per la definizione delle compagini nazionali.   Nel programma di gara sono state comunque inserite anche alcune gare per equipaggio nelle diverse categorie.

Il Gruppo Canoe Polesine di Rovigo ha partecipato all’evento con i quattro atleti, per la categoria ragazzi maschile Matteo Girardi e Paolo Imparato che hanno gareggiato nel singolo sulle distanze dei 200 e 500 mt e nel doppio sui 200mt.   Linda Taddei per il singolo nella categoria Junior sia nei 200 che nei 500 mt e Alberto Lentini per la paracanoa KL3 Junior.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

 
5X1000 al GCP