Terza piazza per la polo PDF Stampa E-mail
Agonismo - Canoa Polo
Mercoledì 24 Agosto 2016 13:03
Il GCP raccoglie 9 punti sui 12 disponibili nella quarta ed ultima giornata del campionato 2016 disputata a fine luglio. Nelle acque del Porto Turistico di Ancona i polesani vincono abbastanza facilmente con Cagliari, Firenze e Torino ma devono cedere il passo all'Idroscalo Milano in una bella partita terminata 7 a 3 in favore dei meneghini. Si chiude proprio con la sfida con la formazione milanese il campionato di serie A1 girone Nord e possiamo essere sicuri che anche nel 2017 le partite tra Gruppo Canoe Polesine e Idroscalo Milano saranno decisive per la corsa alla promozione in serie A.
Mai come quest'anno contava solo vincere, il cambio della formula infatti prevedeva la promozione diretta solo per la prima in classifica e nessuna seconda possibilità come è stato invece negli anni scorsi con i play off giocati contro le ultime della serie A.
La serie A1 è un campionato sempre difficile in cui si mescolano giovani di belle speranze e "anziani" giocatori di esperienza, ogni partita fa storia a se, la squadra più "rilassata" potrebbe essere quella che ti mette in maggiore difficoltà non avendo l'ansia del risultato e in ogni match si deve entrare in acqua disposti a dare tutto per dimostrare di meritarsi la vittoria. La cosa riesce bene quest'anno all'Arci Borgata Marinara Lerici che conquista una meritatissima serie A grazie all'ottimo lavoro fatto sul vivaio negli ultimi anni da mister Cristian Aprile e dall'inserimento in rosa di due espertissimi giocatori come Dario Vanacore e Matteo Baldeschi, che hanno militato in A con Canottieri Firenze, Pro Scogli Chiavari e Lazio negli ultimi anni e che hanno saputo dare la giusta concretezza agli atletici spezzini.Seconda piazza per l'Idroscalo Milano sempre molto ben preparato atleticamente ma al quale manca ancora qualcosa dal punto di vista tattico/tecnico soprattutto nel confronto con i liguri.
Il terzo posto è quindi un buon risultato per i ragazzi rodigini che però ancora una volta non riescono a fare il salto di qualità. Sempre gli stessi i problemi che si possono riscontrare sul piano del gioco. Poca efficacia in fase realizzativa (solo 7° Riccardo Barison il miglior realizzatore del GCP in classifica marcatori con 21 reti e in totale ben 54 reti in meno realizzate rispetto al Lerici) e soprattutto scarsa concentrazione nella gestione della partita. Sicuramente una migliore preparazione atletica e una buona registrata tecnico/tattica potrebbero essere le "medicine" per la squadra rodigina. Ma per la prima servirebbe maggiore sacrificio in termini di allenamento (tempo ma anche qualità di allenamento) da parte di ragazzi a cui però difficile chiedere di più dato che si dividono fra sport e studio/lavoro (per qualcuno entrambi), si pagano quasi tutto (nonostante i grossi sforzi della Società) e si trovano ad allenarsi spesso in condizioni tutt'altro che agevoli. Certo è che una migliore preparazione atletica permette spesso di risolvere alcune situazioni di gioco di stallo con soluzioni per così dire di "ignoranza sportiva" (mi si passi il termine) e conferisce soprattutto una maggiore sicurezza e confidenza nei propri mezzi. Per quanto riguarda il secondo aspetto, servirebbe un allenatore che possa dedicare molto tempo alla squadra e gestire il gruppo soprattutto stando fuori dall'acqua. Nonostante tutto l'impegno profuso da Davide Pezzuolo quest'anno è innegabile che il doppio ruolo di giocatore e allenatore non gli ha permesso di esprimersi al meglio in entrambi gli aspetti, basti notare che quest'anno ha segnato solo 10 reti, praticamente 1/3 delle 29 che gli sono valse il titolo di capocannoniere nella stagione 2014.
Da rimarcare il bell'approccio di Riccardo Barison, il giovane di Arquà Polesine spinto anche dagli stimoli dati dalla convocazione in maglia azzurra nella Nazionale Under18 è migliorato molto fra i pali. Inoltre grazie alla sua velocità e al suo buon tiro ha dato un apporto importantissimo anche all'attacco polesano. Si aspetta invece ancora il cambio di ritmo da parte del gruppo degli under21 che evidentemente non hanno saputo mettersi a disposizione della squadra in termini di volontà e sacrificio nemmeno in questo 2016.
Occhi puntati proprio sull'under21 ora che in settembre dovrà affrontare a San Miniato la seconda giornata del campionato di categoria e guadagnarsi l'accesso alle finali nazionali programmate a Roma in ottobre, per molti di questi ragazzi si tratterà dell'ultima occasione per mettersi in mostra nel campionato under21 per poi fare i conti con i soli campionati senior.
Lorenzo Veronese
Al link seguente potete vedere classifiche e risultati di tutta la stagione:
http://www.iscrizionicanoa.com/fick/polo/contenitore.asp?cont=106&fase=0&mev=5
 
 
5X1000 al GCP